Home  | Chi siamo  | San Giuseppe da Leonessa  |   Contatti  |  Bimestrale 
EDITORIALI


Anni precedenti...
SOMMARI


Anni precedenti...
COPERTINE


Anni precedenti...
ARTICOLI PUBBLICATI


Tutte le rubriche...
DOWNLOAD
Appuntamenti e notizie agosto 2012 02 agosto 2012:

Pregare in montagna:


Si ripetono due appuntamenti classici della preghiera tra i nostri monti:
ingrandisci la copertina
  • Sabato 4 agosto 2012, ore 10.30 - S. Messa a Monte Cambio (metri 2081), al cospetto della Madonnina della Neve

  • Tutti i giovedi del mese di agosto, ore 10.30, S. Messa a Collecollato (metri 1626), nel santuario montano di San Giuseppe da Leonessa



____________________________

4 agosto 2012


L'OCCASIONE

Il quarto centenario della morte di san Giuseppe da Leonessa - un umile frate cappuccino che con il suo forte spirito umanitario è stato uno dei personaggi più significativi dell'opera di sostegno ai poveri tra il sec. XVI e XVII, che ha promosso i Monti di Pietà e soprattutto i Monti Frumentari - ci dà l'opportunità di riflettere sul tema di una economia giusta, ossia sul "sapore buono del denaro". Proprio l'attuale crisi dell'economia ci esorta a riflettere se il modo di guardare al denaro è quello giusto e se non si richiede a tutti di cambiare ottica.

depliant_madonna_splendore.pdf


Sabato 4 agosto, ore 18.30
Santuario Madonna dello Splendore - Giulianova (TE)
presso il Museo d'Arte Splendore
il teologo CARMINE DI SANTE tratterà il tema
Il sapore buono del denaro
P. Orante D'Agostino introdurrà sui Monti Frumentari

____________________________
23-24-25/08/2012:

Martirio sul Bosforo
La missione di San Giuseppe a Costantinopoli


vedi la locandina Leonessa. Chiesa di San Pietro 23, 24, 25 agosto 2012 alle ore 21,30

Il gruppo culturale "Il Cardo" presenta
"Martirio sul Bosforo - La missione di San Giuseppe a Costantinopoli"
tratto dall'opera, azione storica drammatizzata, in 4 atti di Mons. Giuseppe Chiaretti, Arcivescovo emerito di Perugia - Città della Pieve.

Il Papa, Sisto V, convoca Fra Cristoforo Bini di Assisi, procuratore generale dei Cappuccini per affidare ai Frati l'assistenza dei Cristiani di Costantinopoli. Siamo nel 1587.
Il Pontefice vorrebbe facilitare l'accesso libero, sicuro e gratuito dei pellegrini cristiani, che sono sempre tanti, ai luoghi sacri della terra di Gesù, particolarmente al Santo Sepolcro, gravato da pesanti balzelli.

san_giuseppe_gancio L'idea - forse utopica - del Papa è quella di affrancarsi da ogni ricatto Turco: vuole acquistare una ad una la pietra del Santo Sepolcro e portarla nella sua Montalto Marche, come fecero gli emissari della famiglia Angeli con le pietre della Santa Casa di Nazaret ricostruita a Loreto.

Per tutto ciò ha bisogno di "esplorare un po' meglio la situazione con persone di fiducia, non condizionate da altri intenti". I frati Cappuccini "con la loro mitezza e la loro radicalità evangelica" sono i più indicati a svolgere la missione richiesta dal papa. Tra essi il nostro Santo, S. Giuseppe da Leonessa, che proprio in terra turca fu martirizzato con il "gancio" nel 1589. Papa Pio XII, il 12 gennaio 1952, lo ha proclamato patrono delle missioni cappuccine a Costantinopoli e in Turchia.

La regia ed il libero adattamento sono firmati "IL CARDO".

Il prezzo del biglietto - che si può acquistare in prevendita presso la tabaccheria "Vizi e vanità", piazza VII aprile Leonessa - è di 5 euro. L'incasso delle serate sarà devoluto al Comitato Celebrazioni del IV centenario della morte di San Giuseppe da Leonessa. _______________________________________________ 09/08/2012:

Presentazione del libro: "IN HOC VINCES"


ingrandisci la copertina Leonessa. Biblioteca Comunale Pino Cultrera - 9 agosto alle ore 18,00

presentazione del libro "IN HOC VINCES" di Bruno Carboniero e Fabrizio Falconi, quest'ultimo affermato giornalista televisivo originario di Leonessa.

interverranno Luigi Nicoli e l'autore Fabrizio Falconi.


(dell'autore si veda anche
La linea d'ombra di Leonessa
)


La storia dell'Europa, e di tutto l'Occidente è cambiata radicalmente con un sogno premonitore. La notte del 27 ottobre dell'anno 312 d.C., l'imperatore romano Costantino è accampato con le sue truppe a poca distanza da Roma. Durante il sonno, Costantino riceve la visione di Cristo che gli suggerisce di scrivere sugli scudi il monogramma greco del Salvatore "XP" con la leggendaria promessa in hoc vinces (con questo vincerai). Il giorno seguente si scontra in battaglia col nemico Massenzio, schierato a difesa di Roma. Questo evento ha due fonti storiche principali, riferite da Eusebio di Cesarea (265-340) e Lattanzio (250-327). I due resoconti hanno in comune un sogno che vide protagonista l'imperatore Costantino e una croce, che gli sarebbe apparsa, presagio di vittoria. In hoc vinces è un viaggio nel tempo, alla ricerca di indizi archeologici, esoterici e astronomici nascosti dalla polvere dei secoli che, insieme al racconto della vita del leggendario imperatore romano e dei molti misteri legati alla vicenda storica che lo riguarda, offrono al lettore di oggi una nuova lettura e un'inedita interpretazione di quel "segno".

_________________________________
Scarica adobe PDF reader
CSS Valido!
Sito ufficiale della rivista Leonessa e il suo Santo, Edizioni Leonessa e il Suo Santo - Leonessa (Rieti)
Padri Cappuccini Leonessa - Viale F.Crispi, 31 - 02016 Leonessa (Rieti) - e-mail: suosanto@libero.it
copyright 2017 - "Leonessa e il Suo Santo"
Salvo esplicite eccezioni, gli articoli sono liberamente riproducibili citando la fonte "www.leonessaeilsuosanto.it"